Sei in: Home»Rubriche»In copertina

MACCHINE DA SCONTRO

[26/02/2022] IN COPERTINA

MACCHINE DA SCONTRO

A Lecce si pensa alla zona a traffico limitato nel centro storico. Ventiquattr’ore su ventiquattro. Occhi elettronici, restrizioni e sanzioni. Il Comune difende il provvedimento ma i commercianti sono sul piede di guerra. Si tenta il dialogo partendo da posizioni distanti

a cura di Alessio Quarta

Il 10 febbraio 2022 potrebbe essere una data da ricordare per un po' di tempo per gli abitanti del Comune di Lecce, soprattutto per chi abita o lavora nel centro storico. La deliberazione n.39 della giunta comunale ha approvato, infatti, l’atto di indirizzo al dirigente del settore Mobilità per l’integrazione e la rettifica dell’ordinanza dirigenziale 163/2021, ai fini della istituzione di un’unica fascia oraria per la sorveglianza degli accessi in Ztl, corrispondente alle 24 ore. Tradotto, significa zona a traffico limitato valida per tutto il giorno, sette giorni su sette, eliminando le fasce orarie fin qui attive ed incrementando le videocamere per stanare e sanzionare i responsabili di eventuali trasgressioni. Il tempo necessario per installare le nuove telecamere sui varchi che ne erano sprovvisti, adempiere a tutte le formalità burocratiche poi la Ztl h24 sarà attiva a tutti gli effetti. Un iter amministrativo che parte da lontano, dal decreto dirigenziale del 12 dicembre 2006 attraverso il quale la Direzione Generale per la Motorizzazione del Ministero dei Trasporti concesse al Comune di Lecce l'autorizzazione all'installazione e all'esercizio di otto impianti per la rilevazione dell'accesso dei veicoli alla zona a traffico limitato in corrispondenza dei varchi di via Casale Fornello/viale De Pietro; via Marco Aurelio/via Garibaldi; via Fazzi/via XXV Luglio; vico dei Verardi/viale Francesco Lo Re; via Cairoli/via Duca degli Abruzzi; via Cino/via Manifattura Tabacchi; via Palumbo/via Adua; piazzetta Arco di Trionfo (Porta Napoli). Come si legge nelle note della delibera di recente approvazione, si è notato come in questi anni i controlli ai varchi siano stati facilmente aggirabili attraverso l'accesso da altre strade pedonali o con divieto per immettersi e circolare liberamente nell'area a traffico limitato, salvo poi uscirne allo stesso modo senza rilevazioni. Per questo nel settembre 2021 l'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Salvemini, ha optato per estendere la presenza di videocamere di sorveglianza in tutto il centro storico di Lecce. Niente più parcheggi selvaggi nei pressi di chiese e monumenti, né vicoli del centro storico usati come scorciatoie per aggirare il traffico cittadino. Dieci nuove telecamere serviranno a scrutare varchi finora rimasti liberi; una volta completati i lavori e ottenuta l'autorizzazione ministeriale la Ztl h24 potrà partire. Intanto sono partite le polemiche, specialmente da parte dei proprietari di attività commerciali del centro storico che rischiano di vedere stravolte le proprie abitudini di lavoro, soprattutto per quel che concerne riduzione di parcheggi e possibilità di rifornimento.



«Indietro
Antonio Iovane L'intervista della settimana
Antonio Iovane

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising