Sei in: Home » Io proprio Io » Ilide Carmignani

Ilide Carmignani

Ilide Carmignani

Vincitrice del Premio letterario internazionale “Vittorio Bodini 2018”, è traduttrice e consulente editoriale. Ha tradotto alcuni tra i più famosi scrittori ispanici, tra i quali Gabriel García Márquez, Roberto Bolaño, Luis Sepúlveda, Jorge Luis Borges. Si è laureata in Lettere all’Università di Pisa e specializzata in Letteratura spagnola e ispanoamericana e in Traduzione letteraria alla Brown University (USA) e all’Università di Siena. Nel 2000 ha vinto il Premio di Traduzione letteraria dell'Istituto Cervantes e nel 2013 il Premio Nazionale di Traduzione del Ministero per i beni culturali. Dal 2000 cura gli eventi professionali sulla traduzione per il Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 2002 le “Giornate della Traduzione letteraria” con il prof. Stefano Arduini e dal 2013 “Traduttori in Movimento” nella residenza per artisti Castello in Movimento di Fosdinovo. Nel 2008 pubblica il libro di interviste Gli autori invisibili, edito da Controluce.



Il tratto principale del tuo carattere.

Non so star ferma.

Il tuo principale difetto.

Ho un orribile senso del dovere.

La qualità che preferisci in una donna?

L’intelligenza.

E in un uomo? 

La bontà. 

Cosa ci vuole per esserti amico?  

La gentilezza.  

Cos’è la felicità?

L’amore, di qualsiasi tipo, per persone, animali e cose. 

L’ultima volta che hai pianto? 

Quando un familiare è stato poco bene. 

Di cosa hai paura? 

Ho paura per i miei figli. Il nostro è un mondo sempre più duro. 

Canzone che canti sotto la doccia?  

“Hey Jude, don't make it bad...”.

Musicisti o cantanti preferiti? 

Pergolesi, Glenn Gould, Joni Mitchell, Lila Down. 

Poeti preferiti? 

Adoro Wis?awa Szymborska. Mi piace anche Mariangela Gualtieri.

Autori preferiti in prosa? 

Ultimamente mi sono innamorata di Annie Ernaux. E poi i miei Bolaño, Cortázar, Sepúlveda.

Libri preferiti. 

Dialoghi con Leucò. Sul mio comodino dalla quinta ginnasio. 

Attori e attrici preferiti. 

Charlotte Rampling, Isabelle Huppert, Julianne Moore, Javier Bardem.

Chi potrebbe interpretarti sul grande schermo?

Non saprei, qualche attrice sorridente.

Film preferiti. 

Il gattopardo, Daunbailò, Amores perros

I tuoi pittori preferiti. 

Paolo Uccello, Balthus. 

Il colore che preferisci. 

Blu. 

Se fossi un animale, saresti? 

Un gatto. 

Cosa sognavi di fare da grande? 

Il fisico nucleare. 

L’incontro che ti ha cambiato la vita? 

Quello con la traduzione letteraria. 

La persona a cui chiederesti consiglio in un momento difficile?

Mio marito. 

Quel che detesti più di tutto. 

Chi è debole coi forti e forte coi deboli. 

Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo? 

Non molto, ma cerco di migliorare. 

Piatto preferito. 

La zuppa toscana con le erbe selvatiche che fa mia madre. 

Il profumo preferito. 

I fiori di tiglio. Come scrive Karen Blixen, “il loro profumo celestiale va alla testa e al cuore”. 

Il fiore che ami.

Le violette, timide ma elegantissime. 

La tua stagione preferita? 

L’estate. 

Il paese dove vorresti vivere?

Dove vivo. In Italia. Ho radici molto profonde che non sopportano grandi strappi. 

In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere? 

Temo di essere adatta solo al presente, e forse nemmeno a quello. 

Personaggi storici che ammiri di più. 

Donne come Tina Modotti e Frida Kahlo, ma anche Inge Feltrinelli.

Personaggi storici detestati. 

Troppi, la Storia è piena di mostri. 

Cosa faresti per sostenere ciò in cui credi? 

Tutto quello che posso, che a volte purtroppo non è granché.

Chi è il tuo eroe vivente? 

Ne ho tanti, molto quotidiani. Tutti quelli capaci di sacrificare il loro vantaggio, o anche semplicemente il quieto vivere, per aiutare qualcun altro. 

Il tuo sogno ad occhi aperti? 

Non mi viene in mente nulla. Spero sia buon segno. 

Il tuo rimpianto più grande? 

Forse non aver giocato di più coi miei figli quando erano bambini. Ci sono piccole felicità che sacrifichiamo solo per scoprire troppo tardi che erano grandissime. 

Cos’è l’amore? 

L’amore è la felicità. 

Stato attuale del tuo animo. 

Mutevole. 

Il tuo motto.

“Festina lente”. 

Come vorresti morire?

Nel mio letto, dormendo, mentre faccio un sogno bellissimo. 

 

Claudia Mangione - foto di Gianni Quilici 


Ilide Carmignani L'intervista della settimana
Ilide Carmignani

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising