Sei in: Home » Io proprio Io » Andrea Presicce

Andrea Presicce

Andrea Presicce

Producer/dub master leccese, classe 1977, Andrea Presicce aka No Fingers Nails dopo il diploma in Informatica si trasferisce a Milano, dove svolgerà per dieci anni il lavoro di tecnico informatico. Ma la passione che lo anima nel profondo è quella per la musica, a cui dà concretezza con No Fingers Nails, che fonda nel 2008. Rientrato in Salento decide di dedicarsi con più determinazione al suo progetto e i risultati non tardano ad arrivare, arrivando nel 2019 a firmare il suo sesto lavoro in digitale e vinile Tandas para el dub, distribuito I-nity.com, marchio che diffonde reggae, roots e dub. La tanda è un turno di danza in una milonga, un gruppo di brani musicali, ritmicamente e stilisticamente omogenei, suonati ad ogni turno. Quando inizia una nuova tanda, i ballerini possono ascoltare l'inizio del primo brano e decidere di interpretarlo. Con questo progetto discografico, impreziosito dalla collaborazione di DedoVibes, MannaroMan, Tommy Evok e Verdiana Rondinone, No Finger Nails porta la tanda nel dub, cercando di creare una similitudine tra il mondo della danza del tanghero e le tipiche dub session in Sound System. 



Il tratto principale del tuo carattere.

Sono molto disponibile. 

Il tuo principale difetto.

Dimentico tutto.

La qualità che preferisci in una donna?

La solarità.

E in un uomo?

La sincerità.

Cosa ci vuole per esserti amico?  

La trasparenza.  

Cos’è la felicità?

Vivere bene con sé stessi. 

L’ultima volta che hai pianto?

Otto mesi fa per la morte di mio zio.

Di cosa hai paura?

Della pochezza dell’essere umano.   

Canzone che canti sotto la doccia?  

La donna cannone.

Musicisti o cantanti preferiti? 

Madaski, Paolo Baldini e poi un sacco di amici che stimo tantissimo, dai The Natural Dub Cluster a Michael Exodus.

Poeti preferiti? 

Non mi piacciono molto le poesie.

Autori preferiti in prosa?  

Tutti gli studiosi di Sociologia.

Libri preferiti. 

Le teorie di Freud, Il Corano.

Attori e attrici preferiti. 

Monica Bellucci, Totò, Mastroianni.

Chi potrebbe interpretarti sul grande schermo?    

Will Smith. 

Film preferiti. 

Matrix, L’ultima alba.

I tuoi pittori preferiti.

Picasso. 

Il colore che preferisci. 

Giallo. 

Se fossi un animale, saresti? 

Un cane. 

Cosa sognavi di fare da grande? 

Il musicista.

L’incontro che ti ha cambiato la vita?

Non ci sono state persone che mi hanno cambiato la vita, ma che mi hanno educato alla vita sì: mio zio.

La persona a cui chiederesti consiglio in un momento difficile?

Mio zio, ma purtroppo non c’è più.

Quel che detesti più di tutto.

Il Capitalismo.  

Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo?   

Il 70% della giornata

Piatto preferito.

Pasta al sugo.

Il profumo preferito.

Il profumo della cenere.

Il fiore che ami.

La margherita. 

La tua stagione preferita? 

Estate.

Il paese dove vorresti vivere?

Sudamerica.

In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere?

Anni ’60.

Personaggi storici che ammiri di più. 

Tutti gli studiosi di Sociologia, di cui sono un grande appassionato.

Personaggi storici detestati. 

Chiunque abbia leso i diritti dell’essere umano.

Cosa faresti per sostenere ciò in cui credi? 

Combatterei.

Chi è il tuo eroe vivente? 

Mio papà.

Il tuo sogno ad occhi aperti? 

Quello di potere vivere della musica. 

Il tuo rimpianto più grande? 

Non essere andato via da questo Paese. 

Cos’è l’amore?

La salvezza.

Stato attuale del tuo animo.

Sereno.

Il tuo motto.

Non ne ho.

Come vorresti morire?

Sicuramente avendo fatto tante cose.  

 

Claudia Mangione


Andrea Presicce L'intervista della settimana
Andrea Presicce

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising